Seleziona una pagina

La cattedrale di San Vito è diventata un simbolo di Praga e della Repubblica Ceca intera, sia a causa della sua storia che come memoriale artistico. La cattedrale ospita un’importante reliquia della cristianità, la testa di san Luca evangelista. La volta della cappella di San Venceslao è stata affrescata dal Maestro dell’Altare di Litoměřice.

È la terza chiesa eretta su questo luogo: la prima era una rotonda a ferro di cavallo con quattro absidi, uno dei primi edifici cristiani della Boemia, costruita da San Venceslao (929); la seconda era la basilica di Vratislav e Spytihnev, in stile romanico, con tre navate e due absidi, costruita tra 1060 e 1096; infine nel 1344 Matthias di Arras, incaricato da Carlo IV, iniziò la costruzione di una cattedrale gotica. Il lavoro di Matthias di Arras venne proseguito, dopo la sua morte, dall’architetto tedesco Peter Parler e dai figli Wenzel e Johann. Essi elevarono il coro – realizzando la prima volta reticolata d’Europa – e la corona di cappelle attorno ad esso; la cappella di San Venceslao, la Porta d’Oro e iniziarono la costruzione della torre sud.

Cattedrale di San Vito