Seleziona una pagina

Creta, ufficialmente Periferia di Creta è una periferia greca di 623 065 abitanti, con capoluogo Candia.

Il territorio regionale è costituito quasi interamente dall’isola omonima, la più grande isola della Grecia e la quinta (8 261 km²) per grandezza tra quelle del Mediterraneo, dopo Sicilia, Sardegna, Cipro e Corsica; il resto del territorio della periferia è costituito da un gran numero di isole minori e isolotti che circondano l’isola principale, tra cui Gozzo, il punto più meridionale dell’Europa fisica. Creta dista circa 95 km dalla Grecia continentale e costituisce il limite meridionale del mar Egeo e quello settentrionale del mar Libico.

La suddivisione amministrativa è ripartita in 24 comuni (dhimi) distribuiti in quattro unità periferiche aventi per capoluogo Candia, La Canea, Lasithi e Rethymno; l’intero territorio corrisponde a una delle 7 diocesi istituite con il programma Callicrate, nonché alla chiesa ortodossa di Creta, retta in status di semi-autonomia da un arcivescovo ma posta sotto la giurisdizione del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli.

Tra il III e il II millennio a.C. l’isola fu il centro della civiltà minoica, tra le prime civiltà avanzate d’Europa, che aveva in Cnosso, Cidonia e Festo i suoi centri principali. Nel corso dei secoli fu conquistata e abitata damicenei, greci, romani, bizantini, musulmani andalusi, veneziani, turchi ottomani fino alla definitiva unificazione con lo stato greco nel 1913.

Creta è tra le principali mete turistiche della Grecia per via dei numerosi siti archeologici e naturalistici e per il particolare patrimonio culturale di cui dispone, espresso attraverso specificità linguistiche, letterarie, musicali e gastronomiche.

Creta