Seleziona una pagina

Panamá Viejo è la parte restante della vecchia città di Panama ed ex capitale panamense. Si trova nei sobborghi dell’odierna città. Insieme al distretto storico di Panama forma un patrimonio dell’umanità dell’UNESCO fin dal 1997.

La città venne fondata il 15 agosto 1519 da Peter Arias ed altri 100 abitanti, e costituisce il primo insediamento permanente cittadino dell’Oceano Pacifico; sostituì le precedenti città di Santa María la Antiga del Darién e Acla. Un soggetto ricorrente nella storia cittadina fu il flusso e riflusso continuo del commercio internazionale nell’istmo. Due anni dopo, il 15 settembre 1521, ricevette per decreto reale lo status di “città” ed uno stemma conferiti da Carlo V di Spagna, istituendo un nuovo Cabildo. Poco dopo la sua creazione, la città divenne il punto di partenza per l’esplorazione e la conquista del Perù, e punto di transito per le spedizioni di oro e argento verso la Spagna. Il porto fu dato in concessione ai Genovesi, specialmente per il commercio di schiavi sul Pacifico, fino alla distruzione della città primigenia.

Panamá Viejo