Seleziona una pagina
Museo del Louvre

Museo del Louvre

Il Museo del Louvre a Parigi, in Francia, è uno dei più celebri musei del mondo e il primo per numero di visitatori: 8,8 milioni l’anno

Si trova sulla rive droite, nel I arrondissement, tra la Senna e Rue de Rivoli.

Il museo ha preso il nome dal palazzo che lo ospita. Originariamente era una fortezza, costruita alla fine del XII secolo durante il regno del re capetingio Filippo II, nei rifacimenti successivi fu sede reale e governativa.

La conformazione attuale del palazzo origina dai lavori ordinati da Carlo V nella seconda metà del XIV secolo. Fu la sede effettiva della monarchia francese fino al 1682, quando Luigi XIV si trasferì nella Reggia di Versailles, e rimase comunque la sua sede formale fino al termine dell’Ancien Régime nel 1789. Fu il governo rivoluzionario a dare piena attuazione a progetti già avviati di trasformazione in museo, inaugurandolo come tale nel 1793, anche se il palazzo continuò ad ospitare enti governativi fino agli anni novanta.

Per iniziativa del presidente Mitterand fu sottoposto a lavori di rifacimento e ampliamento negli anni ottanta e novanta secondo il progetto denominato Grand Louvre, che comprende la caratteristica piramide di vetro e acciaio nel cortile principale.

Il ruolo centrale della Francia nella storia dell’ottocento contribuì grandemente all’accrescimento delle collezione museale, che comprende alcune delle più famose opere d’arte del mondo e manufatti di grande valore storico, come la stele degli avvoltoi e quella di Hammurabi.

Vi sono esposte la Gioconda e la Vergine delle Rocce di Leonardo da Vinci, i due Prigioni di Michelangelo Buonarroti, Amore e Psiche di Antonio Canova, Il giuramento degli Orazi di Jacques-Louis David, La zattera della Medusa di Théodore Géricault, La Libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix, la Venere di Milo e la Nike di Samotracia.

La statua equestre di Luigi XIV rappresenta il punto di origine del cosiddetto Axe historique, anche se il palazzo non è allineato con l’asse stesso.

Museo del Louvre

Bode Museum

Bode Museum

Il Bode-Museum è un museo di Berlino facente parte dei Musei Statali, situato sull’Isola dei Musei. Oggi accoglie le collezioni di scultura (Skulpturensammlung), il ricco monetiere e medagliere (Münzkabinett), il museo bizantino e una piccola parte delle collezioni della Pinacoteca (Gemäldegalerie)[1].

Il museo è ospitato in un edificio di interesse storico, progettato dall’architetto Ernst von Ihne e inaugurato nel 1904. In origine fu chiamato Kaiser-Friedrich-Museum dall’imperatore Federico III di Germania. Nel 1956 fu rinominato Bode-Museum in onore del suo fondatore e primo direttore, Wilhelm von Bode.

Bode-Museum

Rijksmuseum

Rijksmuseum

Il Rijksmuseum Amsterdam (Museo Stilluminatiatale di Amsterdam), spesso chiamato semplicementeRijksmuseum, è un museo che si trova in Stadhouderskade, 42 ad Amsterdam nei Paesi Bassi.

Il museo possiede la più grande collezione di opere d’arte del periodo d’oro dell’arte fiamminga (1584-1702) e una considerevole collezione di arte asiatica.

Il museo fu fondato nel 1800 a L’Aia, per esporre le collezioni degli statolder olandesi, sull’esempio francese. Allora era noto come Galleria Nazionale d’Arte (in olandese: Nationale Kunst-Gallerij). Nel 1808 il museo fu trasferito ad Amsterdam per ordine di Luigi Napoleone, nipote di Napoleone Bonaparte. I dipinti di proprietà della città, ad esempio La ronda di notte di Rembrandt, divennero parte della collezione.

Rijksmuseum