Seleziona una pagina
Pirano

Pirano

Pirano o Pirano d’Istria (in lingua slovena Piran, in veneto Piràn) è un comune di 17.882 abitanti della Slovenia sud-occidentale, sulla costa adriatica.

La località di Pirano viene citata per la prima volta dall’Anonimo Ravennate nel VII secolo, col nome di Piranòn. Non ci è noto come sorse e si sviluppò l’insediamento originario ma probabilmente si produsse alla fine dell’impero con l’arrivo di popolazioni che sfuggivano alle invasioni barbariche. Secondo la tradizione, Pirano sarebbe stata infatti fondata, come Venezia, da profughi aquileiesi fuggiaschi di fronte agli Unni. Stando alle descrizioni di Teopompo e Floro, il luogo dove sarebbe sorta Pirano sarebbe stato conosciuto dai Greci fin dal IV secolo a.C., poi incorporato allo stato romano insieme al resto dell’Istria nel II secolo a.C.. Alla caduta dell’Impero o nei decenni che la precedettero è probabile che nacque, come abbiamo già indicato, un primo nucleo abitato che, per la sua favorevole posizione passò probabilmente indenne dai sommovimenti della fine del V secolo e di quello successivo. Sotto i Bizantini accettò le forme di governo disposte dall’Esarcato di Ravenna, al quale tutta l’Istria era sottoposta. Sul finire dell’età bizantina iniziarono a emigrare nelle campagne istriane i primi nuclei di slavi che dovettero rafforzarsi e consolidarsi sul territorio durante la dominazione carolingia (iniziata nel 788) tanto da indurre un dignitario locale, che partecipava al Placito del Risano come rappresentante di un “castello”, a protestare per l’insediamento di genti slave in varie zone dell’entroterra istriano.