Seleziona una pagina
Monastir

Monastir

Monastir in arabo‎, al-munastîr, (dal latino monasterium), è una città della Tunisia che si trova sulla estremità meridionale del Golfo di Hammamet, a circa 160 km a sud di Tunisi. Capoluogo del governatorato omonimo, è uno dei principali centri del Sahel tunisino.

Nel luogo ove sorge oggi Monastir, nel I millennio a.C. i Fenici fondarono il porto di Rous Penna. Nel 146 a.C. con la sconfitta di Cartagine dopo la Terza guerra punica, i Romani presero il controllo della città che fu rinominata Ruspina. Nel periodo della dominazione romana furono edificate le mura di cinta e le terme di cui restano ancora le tracce. Durante la guerra civile tra Cesare e Pompeo fu teatro di un’importante battaglia, la Battaglia di Ruspina, combattuta il 4 gennaio del 46 a.C., fra le forze di Giulio Cesare e un esercito pompeiano guidato da Tito Labieno. In quella occasione Cesare fu sconfitto e perse quasi un terzo del suo esercito.

Dopo la conquista araba Monastir è stata una delle città costiere sviluppate dagli Aghlabidi durante il IX secolo. La città contiene i resti di tre ribat, di cui il più importante è il grande ribat di Harthma ibn A’iyan costruito nel 796 d.C. con funzioni militari e religiose. Gli Ottomani rafforzano ulteriormente la città facendone una loro roccaforte.

Monastir

Port El Kantaoui

Port El Kantaoui

Port El Kantaoui è un complesso turistico di 10 chilometri a nord di Sousse città, nel centro della Tunisia . E ‘stato costruito nel 1979 appositamente come centro turistico,intorno a un grande porto artificiale che fornisce ormeggio con 340 posti barca per yacht di lusso, che ospita attività sportive da sci d’acqua al parapendio, e diversi campi da golf. Il 36 buche PGA approvato corso di campionato rende Port El Kantaoui una destinazione popolare per giocare a golf.

L’architettura, anche se moderna e un bianco abbagliante, è stato modellato sugli edifici più tradizionali in Tunisia, complete di strade strette e archi. Gli alberghi che costeggiano la spiaggia si estendono da Sousse stessa lungo miglia di scintillante mare pulito al porto di Port El Kantaoui ea nord del porto.

Nello stile, l’area portuale di Port El Kantaoui è concepito come un bianco e blu villaggio in stile tunisino con riprodotte quarto medina e strade di ciottoli. È popolare con il pacchetto vacanze visitatori, famiglie e visitatori la prima volta, tuttavia il suo paesaggio ampio e distacco dal vero Tunisia porta critici; in particolare la Rough Guide ha descritto Port El Kantaoui come “in Tunisia senza lacrime … artificiali, senz’anima, anche anemici”.

Nel 2015, 39 persone sono state uccise quando un uomo armato terrorista solitario ha aperto il fuoco in due alberghi ( 2015 attacchi Sousse ). Questo è il peggior attacco nella storia recente della Tunisia, dal momento che larivoluzione tunisina del 2010-2011. La maggior parte delle vittime erano turisti.

Port El Kantaoui

Hammamet

Hammamet

Hammamet è una città della Tunisia. Località costiera situata a sud-est di Cap Bon, sul golfo omonimo, nel Governatorato di Nabeul, è la principale località turistica del paese. La popolazione varia durante l’anno a causa delle presenze turistiche da 20.000 a 70.000 persone.

La città, fondata durante l’epoca romana, è stata meta di numerosi turisti celebri, fra i quali illustri politici come Winston Churchill, e scrittori come Gustave Flaubert.

In Italia è nota principalmente perché nel 1994 vi si rifugiò Bettino Craxi, sfuggendo ad un mandato di cattura italiano e morendovi poi nel 2000. La tomba dello storico leader socialista è nel cimitero della città.

Nella Marina Hammamet si tiene annualmente il festival musicale Night in Tunisiana.

Hammamet

Korba

Korba

Korba è una città costiera della Tunisia sita nei pressi di Capo Bon e appartenente al governatorato di Nabeul. La città conta 34.807 abitanti nel 2004 ed è un importante centro turistico della regione assieme alle vicine Nabeul e Hammamet.

Korba corrisponde all’antica città romana di Curubis.

Nel 1931 vi fu costruito il primo ponte ad arco della Tunisia.

Korba

Djerba

Djerba

Gerba, è la più grande isola del Nordafrica (514 km²), situata nel golfo di Gabès di fronte alle coste della Tunisia. Il clima è di tipo subtropicale con una media di 24 gradi centigradi durante tutto l’anno, il mare si presenta pressoché caldo. Il suo capoluogo è la cittadina di Houmt Souk, che ha circa 65.000 abitanti.

Agli inizi del XX secolo, l’isola di Gerba aveva 40.000 abitanti, tra cui diverse centinaia di Maltesi cattolici, che si guadagnavano da vivere con la pesca delle spugne.

È una delle poche località della Tunisia in cui ancora si parli il berbero (nel villaggio di Guellala [berb. Iqellalen] e, parzialmente, in quelli vicini di Sedouikech [berb. Azdyush] e di Adjim).

L’isola è nota per essere un centro della setta kharigita ibadita della religione islamica, ed è anche nota per la sua minoranza ebraica, che abita sull’isola da secoli (o addirittura da millenni), anche se la sua popolazione si è andata molto riducendo dalla metà del XX secolo. La Ghriba è una delle sinagoghe più antiche e famose del mondo.

Gerba è una destinazione turistica, soprattutto per turisti francesi, tedeschi e italiani.

Djerba