Seleziona una pagina
Tanzania

Tanzania

La Tanzania, formalmente Repubblica Unita di Tanzania (in swahili: Jamhuri ya Muungano wa Tanzania, ininglese: United Republic of Tanzania) è uno Stato dell’Africa orientale. Confina a nord con Kenya e Uganda, a ovest con Ruanda, Burundi e Repubblica Democratica del Congo, e a sud con Zambia, Malawi e Mozambico. A est è bagnata dall’Oceano Indiano.

Dar es Salaam è la città più grande ed è stata la capitale fino agli anni settanta. Il trasferimento delle funzioni amministrative nella nuova capitale designata Dodoma, posta nel centro della Tanzania, non è stato ancora completato.

L’area fu colonia dell’Impero tedesco a partire dal 1885 con il nome di Africa Orientale tedesca (Deutsch-Ostafrika). Fu poi occupata dal Regno Unito durante la Prima guerra mondiale e integrato nell’Impero britannico prima comemandato della Società delle Nazioni (dal 1922 al 1946) e poi come amministrazione fiduciaria delle Nazioni Unite (dal 1946 al 1961) con il nome di Territorio del Tanganica (Tanganika Territory); Il paese ottenne poi l’indipendenza il 9 dicembre 1961 come Reame del Commonwealth, trasformandosi in repubblica l’anno successivo.

Tanzania

Teatro alla Scala

Teatro alla Scala

Il Teatro alla Scala di Milano (citato spesso semplicemente come la Scala) è uno dei teatri più famosi al mondo: da oltre duecento anni ospita artisti internazionalmente riconosciuti, ed è stato committente di opere tuttora presenti nei cartelloni dei teatri lirici di tutto il pianeta. È situato nell’omonima piazza, affiancato dal Casino Ricordi, oggi sede del Museo teatrale alla Scala.

Il teatro prende nome dalla Chiesa di Santa Maria alla Scala, a sua volta così intitolata in onore della committente Regina della Scala. La chiesa fu demolita alla fine del XVIII secolo per far posto al teatro (Nuovo Regio Ducal Teatro alla Scala), inaugurato il 3 agosto 1778 con L’Europa riconosciuta, dramma per musica composto per l’occasione da Antonio Salieri.

A partire dall’anno di fondazione è sede dell’omonimo coro, dell’orchestra, del corpo di Ballo, e dal 1982 anche della Filarmonica.

Teatro alla Scala

Duomo di Milano

Duomo di Milano

Il Duomo di Milano è una chiesa, monumento simbolo del capoluogo lombardo e uno dei simboli d’Italia, dedicata a Santa Maria Nascente, situata nell’omonima piazza, nel centro della metropoli. Per superficie è la terza chiesa cattolica nel mondo dopo San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Siviglia. È la cattedrale dell’arcidiocesi di Milano ed è sede della parrocchia di Santa Tecla nel Duomo di Milano.

Nel luogo in cui sorge il Duomo un tempo si trovavano l’antica cattedrale di Santa Maria Maggiore, cattedrale invernale, e la basilica di Santa Tecla, cattedrale estiva. Dopo il crollo del campanile, l’arcivescovo Antonio de’ Saluzzi, sostenuto dalla popolazione, promosse la ricostruzione di una nuova e più grande cattedrale (12 maggio 1386), che sorgesse sul luogo del più antico cuore religioso della città. Per il nuovo edificio si iniziò ad abbattere entrambe le chiese precedenti: Santa Maria Maggiore venne demolita per prima, Santa Tecla in un secondo momento, nel 1461-1462 (parzialmente ricostruita nel 1489 e definitivamente abbattuta nel 1548).

Duomo di Milano

Plaza de Cibeles

Plaza de Cibeles

La plaza de Cibeles si trova nella città spagnola di Madrid, all’intersezione di Calle de Alcalá (che l’attraversa da ovest a est) con il paseo de Recoletos (a nord) e il paseo del Prado (a sud). questo luogo, uno dei più simbolici della capitale, segna il limite dei distretti Centro, Retiro e Salamanca.

Al centro, la celebre fuente de Cibeles, scolpita nell’anno 1782, a partire da un progetto di Ventura Rodríguez. Ognuno dei quattro angoli della piazza è sovrastato da edifici emblematici, costruiti tra la fine del XVIII e l’inizio delXX secolo.

Il Palacio de Buenavista o Quartier General dell’Esercito, datato 1777, è il più antico di tutti loro. Si trova nell’angolo nordoccidentale, di fronte al Palacio de Linares o Casa de América, che si alza sull’angolo nordorientale. IlPalacio de Comunicaciones, sede del comune di Madrid dall’anno 2007, si trova all’estremo sudest il Banco de España all’estremo sudovest.

Plaza de Cibeles

Buckingham Palace

Buckingham Palace

Buckingham Palace, situato nel centro di Londra, è la residenza ufficiale del Sovrano del Regno Unito.

L’espressione Buckingham Palace o semplicemente The Palace è diventata comune per esprimere tutto quanto ciò che riguarda gli ambienti della Corte e della famiglia reale. Oltre ad essere la residenza ufficiale dellaRegina, Buckingham Palace è il luogo in cui si svolgono numerose cerimonie pubbliche (dai ricevimenti dei reali alle visite dei vari capi di Stato) ed è anche una notevole attrazione turistica (famoso in tutto il mondo è il cambio della Guardia). Da un punto di vista più profondo, ha sempre rappresentato un punto di riferimento per i sudditi, nei momenti gioiosi e tristi della storia del Regno Unito. Il palazzo si estende su una superficie di 77.000 m².

Il primo edificio di cui si abbia notizia, noto come Goring House, era stato fatto costruire da George Goring, conte di Norwich, nel 1633 circa.[2] L’edificio che forma il centro dell’attuale palazzo venne invece costruito come grande residenza di campagna per John Sheffield, duca di Buckingham e Normandy, nel 1703. Buckingham fece ricostruire l’abitazione dall’architetto William Winde. Lo stile scelto fu quello di un grande blocco centrale a tre piani, con due ali di servizio più piccole ai fianchi. Nel 1762, Buckingham House venne venduta da un discendente del duca, Sir Charles Sheffield, a re Giorgio III. La nuova residenza venne destinata a residenza privata per la famiglia reale, in particolare per la Regina Carlotta, consorte di Giorgio III, piuttosto che al ruolo di palazzo reale ufficiale, che rimase a St. James’s Palace.
Ancora oggi, gli ambasciatori stranieri sono accreditati alla Corte di St. James, anche se è a Buckingham Palace che presentano alla regina le loro credenziali e il proprio staff, all’atto della nomina.

Buckingham Palace

Stratosphere Las Vegas

Stratosphere Las Vegas

Lo Stratosphere Las Vegas è un hotel casinò situato al 2000 Las Vegas Blvd. South, sulla Las Vegas Strip, nella città di Las Vegas, in Nevada.

La struttura è dotata di 2.444 stanze d’albergo e ha una superficie dedicata al gioco d’azzardo pari a circa 7.000 m².

La sua famosa torre alta 1.149 piedi (circa 350 m) è anche la più alta torre panoramica di tutti gli USA e fornisce una visione unica della città di Las Vegas. Inoltre in cima alla torre sono presenti alcune attrazioni tra cui una free fall tower chiamata Big Shot e una “giostra” chiamata Insanity che fa roteare velocemente i suoi passeggeri tenendoli sospesi nel vuoto. La torre è però tristemente famosa anche per altri motivi, infatti fin dal1996 (anno dell’apertura) ben 5 persone si sono suicidate gettandosi dall’altissima torre.

Inizialmente venne edificato dalla Stratosphere Corporation, che però ebbe dei problemi di bancarotta e fu costretta a cedere la struttura all’attuale proprietario, la American Casino & Entertainment Properties.

Stratosphere Las Vegas

Wild Wadi Water Park

Wild Wadi Water Park

Il parco acquatico Wild Wadi è un esterno parco acquatico a Dubai , negli Emirati Arabi Uniti . Situato nella zona di Jumeirah , vicino al Burj Al Arab e Jumeirah Beach Hotel , il parco acquatico è gestito da Jumeirah internazionale , un albergatore con sede a Dubai.

Wild Wadi dispone di una piscina riscaldata / raffreddata onda, più scivoli d’acqua e due macchine surf artificiali.Inoltre, il parco ha avuto il più grande scivolo d’acqua al di fuori del Nord America, ma da allora è stato rimosso per fare spazio ad altre due corse. Un’altra caratteristica del parco è una m (59 ft) cascata 18 che si spegne ogni dieci minuti. Il parco acquatico ha anche due negozi di souvenir, tre ristoranti e due stand spuntino.

E ‘stata descritta in The Amazing Race 5 e The Amazing Race Asia 1 , in cui le squadre hanno dovuto scivolare verso il basso a 21 m (69 ft) Caduta. E ‘stato poi descritto in The Amazing Race Australia 2 , ma, invece, le squadre hanno dovuto cavalcare il surf macchina e utilizzare pannelli boogie per navigare la loro strada fino alla fine dove hanno preso il loro prossimo indizio.

Wild Wadi Water Park