Seleziona una pagina
Burgtheater

Burgtheater

Il Burgtheater (teatro di corte), conosciuto originariamente come K.K. Theater an der Burg, e successivamente, fino al 1920, come K.K. Hofburgtheater, è il teatro nazionale austriaco a Vienna e uno dei più importanti teatri tedeschi del mondo. Viene chiamato “die Burg” dalla popolazione viennese.

Il Burgtheater fu fatto edificare dall’ imperatrice Maria Teresa d’Austria degli Asburgo da Giuseppe Galli Bibiena allo scopo di avere un teatro adiacente al suo palazzo, e fu inaugurato il 14 maggio 1748 con La Semiramide riconosciuta di Christoph Willibald Gluck con Vittoria Tesi ed Angelo Amorevoli. Nel 1749 avviene il successo della prima assoluta di Achille in Sciro di Niccolò Jommelli con la Tesi, nel 1761 di Armida di Tommaso Traetta con Caterina Gabrielli e nel 1764 di La rencontre imprévue di Gluck. Il figlio di Maria Teresa, imperatore Giuseppe II lo chiamò il “teatro nazionale tedesco” nel 1776.

Hofburg

Hofburg

Il complesso della Hofburg si trova a Vienna ed è stato il centro del potere austriaco per più di sei secoli, insieme al più periferico e meno antico Castello di Schönbrunn. Parte del palazzo è oggi la residenza e luogo di lavoro del presidente dell’Austria.

Costruito a partire dal XIII secolo, il complesso della Hofburg venne espanso nei secoli grazie alla dinastia degli Asburgo per quasi otto secoli resse le sorti dell’Austria, del Sacro Romano Impero, dell’Impero austriaco e dell’Impero austro-ungarico.

L’area dove oggi sorge la Hofburg era occupata da strutture come documentato già dal 1279.Il complesso è costituito da una serie di residenze a palazzi tra loro apparentemente distaccati, la Cappella Imperiale (Hofkapelle o Burgkapelle), il Naturhistorisches Museum ed il Kunsthistorisches Museum, la Biblioteca Nazionale Austriaca (Hofbibliothek), il tesoro imperiale (Schatzkammer), il Burgtheater, la Scuola di cavalleria spagnola (Hofreitschule), le stalle imperiali (Stallburg e Hofstallungen), ed il centro congressi Hofburg.

Hofburg

Castello di Schönbrunn

Castello di Schönbrunn

Il castello di Schönbrunn famosa reggia imperiale di Vienna, è stato la sede della casa imperiale d’Asburgo dal 1730 al 1918. Una volta si trovava in campagna, ma ormai è stato inglobato dalla città. È ubicato ad Hietzing, nella periferia ovest di Vienna.

Il nome di Schönbrunn gli venne dato dall’imperatore Mattia che, durante una battuta di caccia in quest’area, vi scoprì una fonte di acqua limpidissima da cui il nome di schön brunn (“bella fonte”) ed è attorno a questa fonte, secondo la tradizione, che si sarebbe costituito poi il castello intero. Oltre alla bellezza dei luoghi, il complesso del palazzo è noto per ospitare uno degli zoo più antichi al mondo.

Esso fu preso a modello dall’architetto veneziano Matteo Alberti per la progettazione del palazzo di caccia di Bensberg, eretto nel 1711 per il principe elettore del Palatinato, Giovanni Guglielmo, detto Jan Wellem. Dal1992 il castello è amministrato dall’azienda Schloss Schönbrunn Kultur- und BetriebsgesmbH. Dal 1996 il palazzo ed il giardino sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Castello di Schönbrunn